Image Alt

Bici e scooter sempre più protagonisti in città

Bici e scooter sempre più protagonisti in città

Una recentissima ricerca di KANTAR, commissionata da ANCMA (Associazione Ciclo Motociclo Accessori), indaga il rapporto tra MOBILITÀ URBANA, DUE RUOTE E UNDER 40

L’anno della svolta è stato il 2020. Il post-Covid ha dato ulteriore impulso all’uso delle due ruote in città. Restano le preoccupazioni e le criticità legate alla sicurezza, ai furti, al dissesto delle strade… ma non c’è dubbio che tra gli under 40 abbiano prevalso i vantaggi legati all’acquisto di veicoli a due ruote, in particolare scooter e bici.
Il lavoro condotto da KANTAR si basa su oltre 1.500 intervistati, tra cui 1.000 utilizzatori di biciclette e scooter (sia in modalità elettrica che tradizionale) e più di 530 utilizzatori di auto e mezzi pubblici, su centri con più di 80.000 abitanti, che si sono dichiarati concretamente interessati all’acquisto di un mezzo a due ruote.
Per quanto riguarda le bici, dalla ricerca emerge che esse vengono sempre più spesso associate ai valori del benessere e del fitness, in aggiunta a quelli dello svago e del tempo libero.

Il comunicato stampa di ANCMA prosegue con interessanti approfondimenti. Ad esempio quello legato all’immagine dello scooter spinto da motore termico, che ha perso la leggerezza e la spensieratezza delle origini: oggi questa tipologia di scooter è percepita come principale competitor dell’auto, l’alternativa più efficace alle quattro ruote nel traffico urbano.
La versione elettrica appare razionale ma rimane circoscritta a un numero contenuto di utenti, all’interno di un mercato “giovane”, cresciuto a partire dal 2020: il 74% di chi guida una e-bike e il 65% di chi possiede uno scooter elettrico li ha acquistati negli ultimi 4 anni.
Le biciclette più utilizzate sono le city trekking (45%) seguite dalle mountain-bike (39%), mentre lo scooter più diffuso da 50 a 200 cc rimane il 125 (48%); gli utilizzatori di motoveicoli elettrici si dividono tra ciclomotori (32%) e scooter (62%).

Tra le motivazioni pratiche che spingono l’utilizzo delle due ruote, le principali sono l’efficacia e la facilità negli spostamenti (valori superiori all’80% tra i ciclisti e fino al 90% tra gli scooteristi) e poi il contenimento dei costi (79% tra i possessori di e-bike e 83% tra gli utilizzatori di scooter elettrici).
Per quel che riguarda invece le motivazioni di tipo emozionale, l’impatto ambientale conta per l’89% degli utilizzatori di bici tradizionali e per l’83% dei possessori di uno scooter elettrico, mentre si ferma al 61% per gli utilizzatori di scooter termico.
In generale il livello di soddisfazione espresso da tutti i target indicati è particolarmente indicativo: circa il 90% dei possessori si dichiarano molto o abbastanza soddisfatti della scelta fatta.
Questo livello scende in modo sensibile se si considera la sicurezza percepita nel traffico, soprattutto dal pubblico delle biciclette tradizionali: solo il 60% si sente sicuro. Fa eccezione lo scooter elettrico, che, forse grazie all’immagine di pacatezza che accompagna la mobilità a zero emissioni, raggiunge valori dell’80%.
Infine, tra i motivi di particolare preoccupazione per gli utilizzatori di tutti i segmenti due ruote coinvolti ci sono le strade dissestate, la presenza di buche, la paura di essere investiti. Tra i possessori di veicoli elettrici si aggiunge la paura di furti, probabilmente a causa del maggior valore di un veicolo a batterie.

Givi Pople

Il blog ufficiale del mondo GIVI. Curiosità, pareri tecnici, informazioni e suggerimenti sui prodotti GIVI

Area Tecnica

Lo strumento pensato per venire incontro a ogni tuo dubbio o quesito che riguardi i prodotti GIVI. Accedi ora

Quick Info

GIVI S.p.a., Via Ungaretti, 48, 25020 Flero (BS)
E-MAIL: info@givi.it

GIVI.IT

Per informazioni e contatti, consulta la pagina dedicata sul siti istituzionale GIVI.IT

GIVI EXPLORER

Scopri il portale dedicato ai viaggi in moto e agli amanti dell'avventura